Alluvione - Consorzio della Bonifica Burana

SISMA E ALLUVIONE | Alluvione - Consorzio della Bonifica Burana

 

 Rotta del Secchia del 19/01/2014 e gli interventi del Consorzio

 

Carta Alluvione 2014 web

A causa della rottura dell’argine destro del Fiume Secchia, avvenuta in data 19/01/2014 in località S. Matteo, si è verificato l’allagamento di una vasta porzione di territorio circostante; circa i 2/3 delle acque del Fiume Secchia si sono riversate all’interno della rete di canali consortili ricadenti nel Bacino delle ‘Acque Alte’ nei comuni di Modena, Bastiglia, Bomporto, S. Prospero, Medolla, Camposanto, S. Felice s/P, Finale Emilia e Bondeno, ricadenti nel comprensorio del Consorzio Burana (portata stimata di 300 m3/s).

Gran parte delle acque sono state convogliate nel Canale Diversivo di Burana che recapita in Panaro attraverso l’impianto Santa Bianca. Tale impianto è stato messo in funzione già a partire dalla notte del 19/01/2014; l’impianto Dogaro è stato potenziato con 3 motopompe ausiliarie e sono state installate ulteriori motopompe sussidiarie anche in località Canaletto e Abbà.

Per far fronte all’emergenza, il Consorzio, in continuo collegamento con la Protezione Civile della Regione Emilia Romagna, ha messo in campo personale altamente specializzato (circa 90 dipendenti) che, suddiviso per turni, ha lavorato con operatività h24 per una settimana. Ha sostenuto costi diretti e costi di ricostruzione dovuti ai danni subiti al reticolo di canali, manufatti ed impianti coinvolti dall’alluvione.

 

L’importo complessivo delle spese sostenute e da sostenere è pari ad € 10.114.490,38.

icona pdf Consulta l'elenco degli interventi post- Rotta Secchia

icona pdf Guarda le foto della Rotta del Secchia e degli interventi di emergenza

 

Accedi alla pagina Relazione Tecnica ed Elaborati Grafici - selezione

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (1765 valutazioni)